Desiderio

Eccitazione

Orgasmo

Dolore

Parafilie

Dispareunia

La dispareunia è un dolore percepito durante il rapporto sessuale o immediatamente seguente ad esso, non completamente spiegabile da una causa medica, non attribuibile essenzialmente a scarsa lubrificazione vaginale, non dovuto a significative contrazioni muscolari come nel vaginismo .

 Il dolore può essere percepito come localizzato superficialmente o in profondità, percepibile quest' ultimo solo durante le spinte del pene.


Alcune cause mediche possono essere responsabili, almeno parzialmente, del dolore accusato: conseguenze di interventi chirurgici, del parto o dell'episiotomia praticata durante il parto, endometriosi, infezioni vaginali o uretrali specie se ricorrenti, atrofia vaginale seguente alla menopausa, carenza di estrogeni presente durante il periodo dell'allattamento.

Alcuni farmaci antidepressivi e antipsicotici possono dare problemi di dispareunia:

                       flufenazina, amoxapina, tioridazina.


Se non sembrano essere presenti cause fisiche che giustifichino il dolore - in parte o in toto, bisogna considerare la presenza di fattori psicologici.

Vaginismo

Si intende per vaginismo una contrazione involontaria dei muscoli vaginali che impedisca o renda molto difficoltosa la penetrazione, ostacolo che non può essere spiegato sulla base di un problema medico.

Più precisamente, la contrazione interessa i muscoli perineali,posti tra l'orifizio anale e quello vaginale, della vulva e dell'orifizio vaginale.

In alcuni casi la contrazione muscolare rende impossibile ogni forma di penetrazione vaginale, mentre a volte sono possibili penetrazioni parziali, come quella di un dito, di un assorbente interno, dello speculum del ginecologo.

 Il vaginismo può presentarsi in seguito a problematiche di tipo medico, come una infezione, ma persiste anche dopo la guarigione della problematica medica.

Frequentemente le donne che presentano vaginismo possono presentare alcune delle seguenti caratteristiche: personalità fobica, tendenza all'ipercontrollo, poca familiarità con l'anatomia dei propri organi genitali, sensi di colpa, paura degli uomini, forte conflittualità con il partner, paura di lasciarsi andare, ma generalmente risultano globalmente equilibrate. In alcuni casi si tratta di un disturbo funzionale a qualche problema di coppia, al mantenimento di un equilibrio.

 A volte  il vaginismo può essere legato alla paura di una gravidanza o a un suo rifiuto che la donna non riesce ad esplicitare al partner o anche a sé stessa.